Pages

Friday, October 5, 2018

Facciamo la pizza!




Ciao tutti,

During our first IAA meeting of the semester, on September 26, 2018, our club members had the opportunity of making pizza dough. While at the meeting, they also learned how Italians do things differently. Things as simple as Italian eating habits up to Italian's concept of personal space, we talked about the most important things we thought our members should know before they head over to Italy in the future.

With regards to the pizza dough recipe that we used, it is very simple:
1) Mix water with an envelope of active dry yeast and let dissolve.
2) After the yeast has dissolved, mix-in the flour and the salt.
3) Continue to beat until dough is smooth.

Ingredients:
- 3/4 cup warm water
- 1 envelope active dry yeast
- 2 cups of all-purpose flour
- 3/4 teaspoon salt

Monday, March 26, 2018

Cannoli Event

On Wednesday 03/22 we had our annual cannoli making event.  At this event, students were able to follow a super simple recipe and fill their own cannoli. 

Cannoli is a traditional Sicilian dessert filled with ricotta and chocolate chips.  They often come in different variations with various toppings such as pistachios or more chocolate. 

Here are some pictures from our event:

Thank you to all who came!

Friday, March 9, 2018

Ricordati di Me Progetto

Ricordati di Me di Gabriele Muccino



Gabriele Muccino

Muccino mette la famiglia al centro dei suoi film e critica la societa' medio-borghese.  E' un figlio del dirigente RAI.  I primi anni della sua carriera, si impegnava con docu-fiction e il docu-reality.

"Gabriele Muccino biografia."  ComingSoon.it, www.comingsoon.it/personaggi/gabriele-muccino/77000/biografia/.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Informazione sul film:

Il genere del film e' un tragicommedia.  Di solito, le tragicommedie hanno una seria di vicende gravi e dolorose di una tragedia ma sempre un lieto fine.  Ricordati di Me ha un lieto fine perche' vediamo la famiglia contenta (o almeno pensiamo che sia contenta) e realizzata.  Ci sono eventi gravi quando Carlo ha l'incidente e quando Giulia si scopre che Carlo ha un amante.   

I Protagonisti:

Muccino dice che i protagonisti di questo film "...pretendono di volere molto di piu' che in famiglia si sentono di essere conosciuti..." 

La solita insoddisfazione dell'essere umano che non si accontenta mai di quello che ha.  Non si accontenta delle proprie relazioni e del tipo di vita che conduce.
Vediamo questo quando Giulia chiede a Valentina che pensa di lei come madre.  Giulia e' sempre preoccupata di che pensano gli altri.

Il film rappresenta gli italiani della societa' moderna.  Rappresenta una famiglia che non segue i canoni dettati dai valori della famiglia tradizionale.  


Il fallimento e la realizzazione dei protagonisti visti in Ricordati di Me

I genitori rivivino i loro sogni vedendo l'interesse della figlia per la televisione/il cinema.  La madre riprova a fare teatro e il padre a scrivere.  Giulia in un modo si realizza il suo sogno di essere attrice.  Carlo pero' non riesce ad essere uno scrittore.  Valentina ottiene la parte della velina.  Paolo all'inizio si fallisce ma poi si riprende.

I poteri esterni sono i desideri e rapporti di ogni protagonista.  I sogni comandano le loro azioni.  I ruoli di genere di Carlo e di Giulia sono poteri esterni che rende la realizzazione difficile.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

I Temi:  Donna Oggetto legato alla televisione e il Berlusconismo


Il Berlusconismo e' un'ideologia che viene da Silvio Berlusconi che promuove la vanita'.  Berlusconi per molti rappresenta la televisione e il consumismo.  Vediamo come il consumismo lega al tema di donna oggetto che e' trovato nel film.  


"Si costruisce cosi' un discorso pubblico in cui il corpo delle donne viene consapevolmente proposto come merce, la cui vendita rischia di apparire l'unica strada valida per la conquista della realizzazzione femminile o familiare." (Ginsborg e Asquer).

Ginsborg, Paul e Enrica Asquer.  Berlusconismo:  analisi di un fenomeno.  Laterza, 2011.

Vediamo questo tema di "donna oggetto" specialmente con Valentina.  Nel film, Valentina vuole essere una velina perche' non e' contenta.  Vediamo come Valentina diventa completamente ossessionata e persa in quest'idea di essere velina.  

E' molto importante adesso definire velina e legarla al comportamento di Valentina.  Una velina e' un showgirl che si presenta in televisione come una donna bellissima, con il trucco pesante e un carattere infantile.  Le donne in televisione che fanno le veline vengono mostrate come donne malistruite e solo buone a soddisfare gli uomini.

Esempi:

All'inizio del film, vediamo Valentina e la sua amica che guardano la televisione.  Loro due cantano il siglo del programma televisivo.  Questo e' un dettaglio piccolo ma gia' vediamo come la televisione cattura l'attenzione di queste due ragazze.  

Il secondo esempio e' il comportamento di Valentina prima di fare la prova.  In questo momento vediamo come lo specchio diventa un simbolo molto importante.  Prima della prova, Valentina pattina per la casa, mentre ascolta la musica sensuale, balla e si guarda allo specchio chiedendo, "Non sono bella e maledetta?" (Ricordati di Me).  Anche prima della prova, Valentina e Anna si guardano nello specchio ripetendo che non sono ragazze brave.

Simboli:

Lo specchio e' simbolo dell'introspezione dell'essere umano.  Rappresenta un universo alternativo in cui tutti i protagonisti vogliono andare.


Il Problema della Donna Oggetto nella Societa' Italiana

Questo comportamento di Valentina e la fantasia di essere una velina non e' limitato solo al film.  Quello che vediamo nel film succede anche in realta' e ci sono conseguenze che non vengono mostrate nel film ma ci serve un po' di ricerca.


Lorella Zanardo e' un'attivista e scrittrice femminista.  Ha creato questo documentario che si chiama "Il Corpo delle Donne".  Spiega nel documentario come le donne vengono rappresentate in televisione.  Come le donne vengono mostrate in televisione ha un effetto sulla psicologia delle ragazze e le bambine.






Si è sottovalutato il potere della televisione, ignorandone le conseguenze e lasciando gestire con chiari fini commerciali – di cui il corpo delle donne è stato strumento principale – il più potente mezzo di comunicazione in Italia” (Zanardo).


Ricca, Piero.  "Blog | Lorella Zanardo e il "corpo delle donne"."  Il Fatto Quotidiano, 2 Nov. 2010, www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/02/lorella-zanardo-e-il-corpo-delle-donne/74838/.

La televisione ha creato questi standard inaccettabili per le donne e le ragazze.  Il clip incluso in questo blog spiega come la donna viene mostrata nei programmi telivisivi.


Questo tema di donna oggetto che e' prominente nel film di Muccino non e' accettabile.


Le Conseguenze della Televisione e i Social

In italia, la televisione e' essenziale nella vita degli italiani.  I programmi televisivi in italia sono piu' aperti per quanto riguarda la censura.  Come ha detto la Zanardo, ci saranno conseguenze se i media continuano a sottovalutare le donne tramite l'uso delle veline.  Gia' vediamo conseguenze con le bambine...

"Ma in un mondo dove gia' si lotta strenuamente, e con molta fatica, contro modelli preconfezionati e assolutament ipocriti di bellezza, dove sfide assurde come l'A4 challenge rappresentano per molte adolescenti un pericologoso incomento all'anoressia, raggia o il bullismo impera tristemente alimentandosi proprio delle insicurezze fisiche dei giovanissimi, e' proprio necessario far credere alle bambine che ci sia bisogno di crescere cosi' in fretta e nella spasmodica ricerca di una perfezione che ovviamente non esiste?  Non sarebbe meglio lasciarle a giocare con i trucchi pensanti appositamente per loro, e rimandare il momento di rimmel e ciglia finte" (Alibani).

Albani, Natascia.  Robbadadonne.  "Baby miss, il trucco e le pose da donna delle bambine star dei social."  https://media.robadadonne.it/gallergia/baby-miss-il-trucco-e-le-pose-da-donna-delle-bambine-star-dei-social/.


Domande per voi:  Ci sono soluzioni?  Chi deve prendere la responsabilita'?  Da dove deriva la felicita'?


L'articolo "Non volete una figlia velina?  Insegnatele l'autostima" spiega una souluzione:

"Ma l'autostima non la si compra al supermercato, e neppure leggendo manuali a base di facili ricette, la si costruisce lentamente e ha radici nell'infanzia e per questo 'bisognerebbe laborare in maniera nuova soprattutto sulle bambine, con l'educazione" (Agnese).

Agnese, Maria Luisa.  "Non volete una figlia velina?  Insegnatele l'autostima."  27 ora, 18 apr. 2011, 27esimaora.corriere.itarticolo/non-volete-una-figlia-velinainsegnatele-1%E2%80%99autostima/.




Bibliografia



Agnese, Maria Luisa.  "Non volete una figlia velina?  Insegnatele l'autostima."  27 ora, 18 apr. 2011, 27esimaora.corriere.itarticolo/non-volete-una-figlia-velinainsegnatele-1%E2%80%99autostima/.

Alibani, Natascia.  "Baby miss, il trucco e le pose da donna delle bambine star dei social."  Robbadadonne.  https://media.robadadonne.it/galleria/baby-miss-il-trucco-e-le-pose-da-donna-delle-bambine-star-dei-social/.

"Gabriele Muccino biografia."  ComingSoon.it, www.comingsoon.it/personaggi/gabriele-muccino/77000/biografia/.

Ginsborg, Paul e Enrica Asquer.  Berlusconismo:  analisi di un fenomeno.  Laterza, 2011.

Ricca, Piero.  "Blog | Lorella Zanardo e il "corpo delle donne"."  Il Fatto Quotidiano, 2 Nov. 2010, www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/02/lorella-zanardo-e-il-corpo-delle-donne/74838/.




Wednesday, March 7, 2018

Carnevale Mask Making Event

On Wednesday February 21st IAA hosted our annual Carnevale Mask Making Event as a late celebration of Carnevale. 

What is Carnevale?
It is like the Italian Mardi Gras.  Carnevale is the last celebration before lent that begins on Ash Wednesday.  Historically, lent is a time where many Catholics deprive themselves of a luxury or something that they typically enjoy.  The idea behind Carnevale is to party and have fun before the season of lent.

In Italy, celebrations are held all over however the most prominent celebrations are in Venice.  Carnevale was first celebrated in Venice in 1094 and still occurs today.  People celebrate for two weeks and it is a time where people dress up in colorful costumes and masks.  Carnevale allows Italians to be as creative as possible and even adopt a different persona.  In Venice, Carnevale celebrations are so popular that there is a famous saying:  A Carnevale, ogni scherzo vale.  This means that people can go around pulling pranks on people and others will turn a blind eye to it. 



Here is a video from 2018 Carnevale in Venice!


First General Meeting Wednesday February 7th

On Wednesday February 7th we had our first general meeting of Spring Semester 2018.  During this meeting we invited a fellow Italian student, Matteo, to talk to our members.  Matteo is from Rome, Italy and is in his second year at Bryant and also a student athlete.  While in our meeting, he explained some of his challenges he experienced while here in the United States as a full-time student.  Matteo answered many students questions about how it is to live in Rome versus the United States.  He also taught some students his favorite word in Roman dialect:  Tiramose! 
IAA would like to thank Matteo for taking his time to talk to our curious members about his experience!  Grazie Matteo!


Saturday, January 27, 2018

Ben tornati!

Ciao a tutti e ben tornati!
Hello everyone and welcome back!  On behalf of IAA we all hope everyone had a relaxing winter break and are ready for another exciting and productive spring semester. 

Here are the dates for our meetings this semester:
Our meetings are every other Wednesday in FSC Music Room (first floor to the right of Dunkin Donuts) at 2pm

Feb 7 - First general meeting

Feb 21 - We will be celebrating carnevale in style with our Mask Making event

Mar 7 - Our study abroad Italy info session where we bring in students who studied in Italy during the fall semester to answer any of your burning questions about studying abroad in Italy

Mar 28 - Film Event - we will be showing La Siciliana Ribelle (room and time are to be announced)

Apr 4 - End of the year banquet 

We hope to see everyone at our meetings!

Comments or questions e-mail us at:  iaa@bryant.edu

Follow us on twitter!  @BryantUIAA





Wednesday, December 13, 2017

IAA Second Movie Event -- I Cento Passi

After resolving some technical issues – which always seem to plague us! – we started the showing of I Cento Passi, translated into English as the One Hundred Steps. But what are these one hundred steps, and what do they have to do with this film?
                I Cento Passi recounts the story of Giuseppe “Peppino” Impastato, a young man who fights to reduce the impact of the local mafia organization in his town; Cinisi, a small province close to Palermo, one of the biggest cities in Sicily. Peppino actually lives only one hundred steps from the resident mafia boss. Showcasing just how ingrained the mafia are in Peppino’s life.
                Peppino grew up in a family with close mafia ties, however after a relative is assassinated when he is only 15, Peppino dedicates himself to stopping the mafia’s influence. As mentioned prior, his family has close mafia ties, so this battle is as much against his family as the mafia.
                After joining the local communist party, Peppino starts to grow more fervent in his rebellion, even starting demonstrations in front of the mayor’s office. Eventually Peppino’s passion grew even too much for the communist party, and the two parted ways. At this point, Peppino has been kicked out of his own home, but he does not let that stop him. Instead, Peppino starts a radio program dedicated to belittling the local Mafiosi. Peppino’s voice and talent for radio draws a large audience in the surrounding area, and even the local mafia take notice (much to the chagrin of his father).
                The radio show starts to hit too close to home for the Mafiosi and they try to shut it down through Peppino’s father. During this confrontation his father tells Peppino that without him, he would already have been killed. Of course, Peppino will not stop!
                Unfortunately Peppino’s father dies (some say murdered by the mafia), and the capo of the mafia approaches Peppino to provide him one last chance to stop. As always, Peppino will not stray from his mission and continues, even starting a campaign for a local position.
                One night, Peppino is kidnapped and murdered by the mafia. Incidentally, Peppino won that position he was campaigning for! The police deem his death a suicide, and this ruling lasts for decades, until it is overturned and his killers are ultimately brought to justice.
                After finishing the film, we all discussed the film. Some believed Peppino should have just stayed quiet and led his life, rather than trying to kick the hornet’s nest. Others believed he did the right thing. We asked the audience some other questions regarding the mafia and Italian organized crime, and it brought about lively discussion amongst us all.
                Thank you to everyone who came to the movie, we had a wonderful time!